figure retoriche forza generativa nei nuovi linguaggi dell’avanguardia

Un manuale per riflettere sulle manipolazioni retoriche nei processi di comunicazione espressivo-persuasiva tra testo e immagine e sugli esiti che esse hanno avuto nella tradizione e nell’Avanguardia.

«La comunicazione orale e visiva, immediata e avvincente, tende a sovrastare quella scritta, lasciando scarso spazio alla rielaborazione personale e alla consapevolezza critica.
La persuasione, nelle sue varie forme, si afferma come modalità dominante mediante il ricorso contemporaneo a codici diversi (visivi, verbali, sonori, mimici): il linguaggio persuasivo per eccellenza è oggi la pubblicità, il linguaggio dei politici è per tradizione e necessità persuasivo, ma anche sotto l’apparenza dell’obiettività l’intento persuasivo è presente soprattutto nel campo dell’informazione.»
(dall’introduzione di Marisa Napoli

(dall’introduzione)